#MercoledìDeiSensi: Solo lei – Elisa Ossola

5-senses-main-foto

Le parole che mi stava dicendo erano terribili e verissime.
Stavo seduto a quel tavolino con lei di fronte; lei che non mi aveva voluto incontrare da solo perché temeva me e i suoi sentimenti. L’avevo trattata male, tradita, sottovalutata ed ora mi stava restituendo tutto il mio essere inadeguato in amore.
Parlava ed il mio unico desiderio era toccarla; ancora una volta, solo un’ultima volta, me l’avrebbe permesso? Allungai subdolamente il braccio fino a stenderlo, il suo gomito era a pochissimi centimetri di distanza, mi avvicinai di più e il contatto bruciò sul palmo della mia mano come fuoco vivo: lei era ciò che desideravo, nonostante tutto, quella pelle, quel calore, quella morbidezza: tutto di lei volevo.
Era davvero troppo tardi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *