#MercoledìDeiSensi: L’odore del ricordo – Elisa Ossola

5-senses-main-fotoSara aprì lentamente la finestra, attenta a non fare rumore. Annusò l’odore di terra bagnata lasciato dalla pioggia notturna. Chiuse gli occhi: adorava quell’odore che le ricordava i risvegli da bambina, quando la madre arrivava con una carezza ed un bacio e l’unica preoccupazione era la scuola. Non come adesso… adesso le inquietudini erano ben altre, prima fra tutte quella che si sarebbe trovata di fronte entro qualche minuto, quando sarebbe andata a svegliare la madre con una carezza ed un bacio e, augurandole buongiorno, avrebbe sperato che il suo cervello non fosse troppo confuso da non riconoscerla nemmeno.
Ancora un pieno d’aria dal naso ai polmoni e poi via: pronta per affrontare le sfide della giornata.
Entrò nella stanza della madre che, già sveglia, era alla finestra ad inspirare profondamente. Cosa le ricordava quell’odore?
Sara le fissò gli occhi azzurri quasi trasparenti da bambina impaurita e capì che la madre non ricordava nulla.
Cacciò indietro una lacrima, sorrise:
“Buongiorno mamma. Vieni, andiamo a fare colazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *