La signora della notte – Samanta Principe

La signora della notte – Samanta Principe
“Me la ricordo ancora, sapete? Quella sensazione che provi quando sei lontano da casa ma senti che è tutto al posto giusto, che tu sei nel posto giusto; quando anche il semplice silenzio di quel preciso momento sembra avere un senso ed è così che, come di riflesso, un senso all’improvviso ce l’hai anche tu. Come si fa a non trovare un senso davanti ad una Tour Eiffel vestita d’argento, mentre tu...
Di più

La lettera che non hai mai ricevuto – Antonio Rispoli

La lettera che non hai mai ricevuto – Antonio Rispoli
Era estate. In una stradina sterrata viaggiava a velocità sostenuta un grosso camion, alzando un gran polverone. Arrivato davanti a una piccola casetta in legno, si fermò e da lì scesero due belle ragazze. Una era bionda con gli occhi verdi splendenti come i vasti prati che circondavano la casa, mentre l’altra aveva i capelli neri come la pece e i suoi occhi erano così azzurri che lasciavano impal...
Di più

Il cacciatore di sogni – Monica Vagni

Il cacciatore di sogni – Monica Vagni
Eran tirò su il bavero della giacca per proteggersi dal freddo. A quell’ora della mattina, la città di Sarnàs era infatti ancora intorpidita nella fredda morsa invernale che la soffocava sotto il peso dell’aria gelida. Il cielo all’alba si era colorato di oro e rosso, squarciando così il grigiore della stagione. Si trovava sul tetto del palazzo più alto della città. Data la visuale, poteva cont...
Di più

Pensieri – Monica Vagni

Pensieri – Monica Vagni
Nemmeno questa notte riesco a dormire. Quest’insonnia, che temo diventerà perenne, mi sta distruggendo. Non è una novità per me, è da giorni e giorni che non dormo più, perché numerosi pensieri insistono vorticosi senza tregua. Sono costretto ad alzarmi. Voci che mi disturbano, frammenti di vecchie vicende e ricordi, insinuazioni e dubbi. Sono agitato e in iperventilazione. Non riesco a trovar...
Di più

Osservare – Elena Fiorentini

Osservare – Elena Fiorentini
Era un’estate tiepida e piacevole, accompagnata da un sole senza troppe pretese. Probabilmente quell’anno anche lui si era impigrito: imbrogliava l’obbligo di levarsi ogni mattina lasciando spazio alla pioggia almeno una volta ogni due giorni. Eri là tra gli scogli camuffata dalla giornata poco luminosa. Con quella gonna lunga color sangue e inzuppata di mare sporco ti nascondevi da qualsiasi occ...
Di più