Sogno – Anna Machin

Sono seduto sul sedile della corriera. È piena zeppa, e l’aria si sta facendo sempre più calda e stantia. Manca ancora un bel pezzo di strada per arrivare a scuola, una strada di sobbalzi continui, come se la corriera avesse il singhiozzo. Nonostante ciò il calore mi concilia il sonno. Giro la testa verso il finestrino: il cielo è terso per il freddo, qua e là volano alti dei corvi neri e sotto di loro, lontane, scorgo le montagne. Sono per metà bianche: di notte deve avere nevicato. Mi addo...
Di più

I vincitori del Contest1 di #emergenzascrittura

Sandor Marai
All'inizio del progetto, per selezionare i primi autori che avrebbero collaborato con i loro scritti a Emergenza Scrittura, abbiamo proposto un primo contest. Limite: 2000 battute. «Nel corso del tempo tutto si conserva, però si scolorisce come quelle fotografie di un passato ormai lontano...  Poi un bel giorno un raggio di luce piove da qualche parte, e allora ritroviamo d'improvviso un volto.» L'ispirazione doveva venire da queste parole dello scrittore ungherese Sandor Marai che si ritro...
Di più

In ricordo – Anna Machin

Sono del tutto assorbita dal mondo nel suo fluire. Colleziono giorni, tanti, tanto simili gli uni agli altri da non dover conservare ricordi particolari. Ma le mie spalle, a sera, per il peso nuovo e invalore accumulatosi dal giorno trascorso, sono sempre un po’ più curve rispetto a quello precedente. Tornata a casa è buio, faccio scattare l’interruttore e la lampada non si accende. Hanno interrotto la corrente. Pazienza. Cerco il cassetto della credenza, lo apro. Carte, penne, elastici, fiamm...
Di più

Per causa del sole – Anna Machin

Un ticchettio in ascesa segna che attorno a me la natura si sta svegliando, e io con lei. È ancora molto presto, ma la notte è finita. Apro gli occhi e mi stiracchio: sono cosparso di rugiada in ogni mia parte. Mi piacerebbe potermela scrollare di dosso, soprattutto dalla testa, ma non ci riesco. Man mano che i residui del sonno si dissolvono prendo coscienza del fatto che sta per cominciare un’altra giornata d’estate. Sento l’entusiasmo salire e pervadere ogni mia fibra: a breve questo cielo...
Di più