Quando vidi il gatto – Elena Fiorentini

Il vapore fluttuava fuori dalla tazza. Aveva la stessa consistenza del fumo di una sigaretta e saliva verso l’alto in una fuga coraggiosa confondendosi con l’aria. Abigail sedeva in solitudine nel bar a fianco della vetrata che serviva da parete. All’esterno le ultime ore del pomeriggio invernale correvano veloci, pari passo con i businessmen vestiti con giacche scintillanti che monitorati dai suoi occhi passavano davanti alla vetrata. Pochi minuti prima aveva scorto in fondo alla strada un aff...
Di più

Wanderlust – Elena Fiorentini

La chiamano “wanderlust”, la sindrome di chi non può stare senza viaggiare. Un nome, perché ad oggi ogni cosa deve avere un’etichetta, una categoria, un espediente per rendere comune l’eccezionale e forse sottrarre un poco di quell’intimità che chi viaggia prova quando programma il prossimo atterraggio. Abigail aveva letto quella parola per la prima volta quando era poco più che bambina e ricordava molto bene l’episodio. “Mamma cosa significa wan.. wandre.. wander..lust?” era seduta fuori dall...
Di più

Hic et nunc – Elena Fiorentini

L’appunto sul piccolo quaderno vecchio e sgualcito recitava: “Il cielo è azzurro come non lo si vede da tempo ed il sole è caldo. Una di quelle giornate che ricorda come l’inverno non possa durare per sempre, anche se nel momento in cui l’abbraccio dal freddo si chiude su di te, dimentichi di quanto possa essere bella la primavera. Giornate come questa sono fatte per asciugare le pozzanghere piene di fango e per lasciar fiorire i peschi, sono la speranza dei fiori, la garanzia che un nuovo gio...
Di più

Tempo tiranno – Elena Fiorentini

La landa desolata era spruzzata di neve per buona parte dell’anno, solo in estate – sempre se essa si potesse davvero definire in tal modo- timidi arbusti coccolati da fili d’erba verdi e gialli donavano un po’ di colore all’ambiente. In giorni senza nebbia, si potevano scorgere all’orizzonte le dolci vette di catene montuose erose dal vento e dal tempo che, per quanto possa non piacere all’essere umano, passa in modo inesorabile, portandosi via ogni giorno una piccola parte di ogni cosa. Quest...
Di più

Malinconia e tè caldo – Elena Fiorentini

“’Cause I can’t help but wonder What if I had one more night for goodbye?” Era un tardo pomeriggio velato di grigio come se ne vedevano tanti altri. La pioggia non batteva, era tanto leggera che nascondeva la propria presenza agli occhi di chi prestava poca attenzione, ma non per questo era poco abbondante. Cullata da questa cupa ma confortante atmosfera, mi affacciai alla finestra strizzando gli occhi. Il mio vano tentativo di mettere a fuoco l’orizzonte, si concretizzò quando inforcai gli ...
Di più