Semplice – Minou Manafi

“Non ci siamo”. Stavano sistemando ormai da giorni la scena per l'ultimo atto del primo spettacolo della stagione teatrale. Era tutto pronto, mancava soltanto la preparazione di quella scenografia. Lo spettacolo si concludeva con un vecchio signore seduto su una panchina di legno, in un cortile, che leggeva un libro appoggiato a un tavolino sempre di legno. Quella scena era estremamente importante, si collocava prima dell'ultima chiusura del pesante sipario di velluto. L'ultima. “No, no! Non...
Di più

Macchie di inchiostro – Minou Manafi

Ricordo che danzavo leggera nell'aria. Con un sorriso vero. E tra una giravolta e l'altra, ridendo, ti vedevo lontano appoggiato a un muretto di pietra, che mi guardavi con un mezzo dolce sorriso. E io giravo, come una matta, inebriata dalla primavera che stava avanzando, con il mio vestito lungo un po' da contadinella, azzurrissimo, che si gonfiava per le mille giravolte, e creava un dolce contrasto con il verde del prato e un accostamento bellissimo con l'azzurro del cielo. Erano i primi di A...
Di più

Passeggiata nel passato – Minou Manafi

Camminavo. Il treno correva sui binari. La valle, la galleria, la foresta, la fonte. Il cielo chiaro, l'alba, il sole di mezzogiorno, le nuvole, il tramonto. Il treno andava, e io lo percorrevo. Procedevo di vagone in vagone. Aprendo e chiudendo svogliatamente le porte scorrevoli che attraversavo. Giravo di tanto in tanto gli occhi ad osservare qualche passeggero. Tutto tranquillo: tutti parevano assorti e attenti nelle proprie cose; chi leggeva il giornale, chi dormiva con la bocca spalanca...
Di più

Gabbiani – Minou Manafi

Arrivò un uomo. Si sedette accanto a me. Non avevo molto da dire. Vedevo la cupezza del suo sguardo rivolta verso di me. Vedevo che cercava qualche cenno di espressione, qualche indizio su di me. Ma io me ne stavo lì. Stavo sulle mie. Guardavo il cielo. I gabbiani. Il molo. Le grandi barche. Le grandi famiglie. Guardavo avanti, lontano. Guardavo ogni strana forma che le nuvole disegnavano all'orizzonte. Ascoltavo in silenzio. Guardavo la vita come un interlocutore attento che non ha niente da di...
Di più